Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Pubblicato il 04/07/2019

Corso gratuito FAD "CARE" - 40 crediti ecm

 Dodici lezioni ECM audio e video per imparare e praticare de-escalation, una serie di interventi basati sulla comunicazione verbale e non verbale che hanno l’obiettivo di diminuire l’intensità della tensione e dell’aggressività nella relazione interpersonale, coordinati e illustrati dallo psichiatra criminologo Massimo Picozzi.

La Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche, assieme alla FnomCeo, la Federazione nazionale degli Ordini dei medici, offrono gratis ai loro iscritti corsi FAD (formazione a distanza) specifici che si basano su interventi di comunicazione verbale e non, con l’obiettivo di diminuire tensione e aggressività nella relazione interpersonale. E che consentono di avere a chi conclude il corso numerosi crediti ECM.
L’accessibilità al corso per infermieri e medici è prevista accedendo ai corsi dai rispettivi portali istituzionali.
Il progetto si chiama “C.A.R.E. (Consapevolezza, Ascolto, Riconoscimento, Empatia) – Prevenire, riconoscere, disinnescare l’aggressività e la violenza contro gli operatori della salute” ed è composto di 12 sezioni; per ogni sezione sono previste alcune attività obbligatorie: uno o più video relativi ad argomenti specifici; la consultazione dei testi dei video; un questionario di valutazione ECM con domande a risposta multipla che sondano le conoscenze acquisite.
I titoli dei vari capitoli vanno, ad esempio, da “no ai pregiudizi” a “dalla rabbia all’aggressività alla violenza”, da “la comunicazione e l’ascolto” a “la paura e il suo linguaggio”, da “il conflitto” a “affrontare e gestire una crisi” e ancora, sempre come esempio, da “bullismo e inciviltà nel lavoro (infermieristico e medico)” fino a “decidere, tra ragione e intuizione, e le tecniche avanzate dei negoziatori in contesti critici”.
 
Fonte: FNOPI
 
Pubblicato il 24/06/2019

Le istituzioni plaudono al nuovo Codice FNOPI per gli infermieri, per i cittadini, per le persone

21/06/2019 – C’erano tutte le maggiori istituzioni sanitarie del paese alla presentazione del Codice delle professioni infermieristiche, dal ministro della Salute al presidente della Conferenza delle Regioni, dai presidenti (e vicepresidente) delle Commissioni Igiene e Sanità del Senato e Affari sociali della Camera al commissario Iss, dal direttore del Bambino Gesù di Roma a quello della FAVO, dal presidente FnomCeo al presidente di Federanziani, dal commissario Enpapi ai rappresentanti delle religioni

https://www.youtube.com/watch?v=a7Gq7yhOYlM&t=19s

 

 

 

 

 

 
Pubblicato il 21/06/2019

ON LINE IL QUESTIONARIO FNOPI "BUONE PRATICHE ASSISTENZA INFERMIERISTICA"

Partecipa al SURVEY SLOW MEDICINE

La FNOPI dal 2013 ha aderito al progetto Fare di più non significa fare meglio, promosso da Slow Medicine.
Nel progetto sono state coinvolte le società tecnico-scientifiche che hanno risposto all’invito di partecipazione: AIOSS, AIUC, AIURO, ANIMO, ANIPIO, ANIARTI, AICO, oltre a quelle dell’area pediatrica.

In questa fase del lavoro abbiamo selezionato sei pratiche su cui ti chiediamo di esprimere la tua opinione: pochi minuti del tuo tempo prezioso ci potranno fornire un qualificato contributo, al fine di migliorare la qualità e la sicurezza delle attività assistenziali.

Grazie della collaborazione

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeBfwdouNPocRu2imLx3bI75Pqms9fZE4PFWYWWCWC44fehZw/viewform?fbzx=-7412507400407811180

Pubblicato il 20/06/2019

Applicazione dell’incremento della percentuale del contributo integrativo

D’incarico del Commissario straordinario, Prof. Eugenio D’Amico, si trasmette la nota allegata in merito all’applicazione dell’incremento della percentuale del contributo integrativo(dal 2% al 4%) anche alle prestazioni rese dai professionisti nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni

Vedere nota allegata

nota_integrativo_4%_verso_pa (3).pdf   
Pubblicato il 17/06/2019

FIRMATO L'ACCORDO TRA LE PROFESSIONE SANITARIE PER MIGLIORARE I SERVIZI AL CITTADINO

Venerdì, 15 Giugno 2019 presso la sede dell'OMCeO  è stata posta la firma al documento condiviso tra tutte le professioni sanitarie della Provincia di Piacenza.

La finalità del documento condiviso dagli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Piacenza, Professioni infermieristiche di Piacenza, Medici Veterinari di Piacenza, TSRM PSTRP di Piacenza, Farmacisti di Piacenza, Chimici e Fisici di Parma e Piacenza, Psicologi Emilia Romagna e Biologi Nazionale è quello favorire la collaborazione interprofessionale, nel rispetto delle diverse competenze e responsabilità e nell’interesse dei cittadini.

“E’ un documento, primo e finora unico caso in Italia, di cui andiamo orgogliosi – ha voluto sottolineare il Presidente dell’OMCeO Piacenza Augusto Pagani, che ne ha illustrato i contenuti nel corso di una conferenza stampa insieme ai rappresentanti delle professioni sanitarie coinvolte, Maria Genesi (Professioni Infermieristiche), Flavio Grazioli (TSRM PSTRP), Medardo Cammi (Medici Veterinari), Carlo Bertuzzi(Farmacisti), Claudio Mucchino (Chimici e Fisici), Laura Franchomme (Psicologi), Paolo Francesco Davassi (Biologi) e Filippo Marchesi (Osteopati).

 

Manifesto integrazione professioni sanitarie.pdf   

Per tutte le altre news clicca qui