Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

QUOTA IPASVI 2017

Si ricorda agli iscritti che il 15 Giugno è il termine previsto per il pagamento quota Albo 2017. Chi non avesse ancora provveduto può ancora farlo utilizzando i mezzi indicati sulla lettera di accompagnamento.

 

Dottorati di ricerca: al via le iscrizioni per l'Università di Roma Tor Vegata

 ll rettore dell’Università ha firmato il bando che sarà pubblico nella sua versione integrale a partire dal 6 giugno prossimo per il  XXXIII Ciclo di Dottorato di Ricerca in "Scienze Infermieristiche e Sanità Pubblica" dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata". L'ESTRATTO DEL BANDO

XXXIII Ciclo di Dottorato di Ricerca in "Scienze Infermieristiche e Sanità Pubblica" dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata".

Il rettore dell’Università ha firmato il bando che sarà pubblico nella sua versione integrale a partire dal 6 giugno prossimo all’indirizzo web  http://dottorati.uniroma2.it/ .

Il bando prevede l’attivazione dei corsi di dottorato di ricerca in Scienze infermieristiche e Sanità pubblica nei settori scientifici disciplinari MED/45 e MED/42 per un totale di 9 posti a concorso di cui 3 con borsa di Ateneo, 1 per borsisti di stati esteri, 2 riservati a dipendenti delle pubbliche amministrazioni e 3 posti senza borsa.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 7 luglio prossimo alle ore 12.

La domanda di partecipazione al concorso può essere presentata dai candidati  italiani  o stranieri che siano in possesso di una laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento conseguita in Italia o presso Università straniere e riconosciuta equivalente in Italia.

La domanda  dovrà  essere  presentata  esclusivamente on  line. La procedura on line si attiva tramite l'accesso al totem dell'Ateneo all'indirizzo: http://delphi.uniroma2.it o direttamente dai terminali self-service allestiti presso l'Ateneo. La  domanda  è da considerarsi  a  tutti gli effetti di legge come una autocertificazione dei dati anagrafici e dei titoli dichiarati. I candidati con disabilità dovranno indicare nella domanda l'ausilio necessario e la eventuale necessità di tempi  aggiuntivi  per  le prove concorsuali.

Fonte: FNC

Download   

XVIII Congresso - Roma Marzo 2018

Come presentare progetti al XVIII Congresso nazionale Ipasvi

Parte la call for abstract: c'è tempo fino al 31 ottobre per inviare lavori singoli o di gruppo che descrivano  ricerche scientifiche o esperienze di miglioramento, in tutti gli ambiti dell'esercizio professionale.  

Iniziano le manovre di avvicinamento al XVIII Congresso nazionale Ipasvi, in programma nel marzo 2018.
Per l'occasione, il Comitato centrale intende coinvolgere ancora maggiormente tutto il gruppo professionale.
A tal fine, è stata prevista una call, attiva da oggi attraverso un'apposita sezione sul nostro portale istituzionale, rivolta a tutti gli iscritti che intendano presentare (singolarmente o in gruppo) abstract di progetti.
Si tratta di un'importante opportunità per comunicare ai colleghi le proprie ricerche scientifiche o esperienze di miglioramento, in tutti gli ambiti dell'esercizio professionale.
La Federazione, avvalendosi di un team di infermieri esperti, valuterà gli abstract pervenuti, accettandoli o come presentazione orale (sul palco) o come poster (esposti presso la sede congressuale per tutta la durata dell'evento).
Gli abstract vanno inoltrati esclusivamente on line, previa registrazione al portale.
I lavori devono essere inviati entro e non oltre il 31 ottobre 2017.

VAI ALLA SEZIONE DEDICATA

Fonte: FNC

Muove i primi passi la Consulta delle associazioni infermieristiche

 Ieri a Roma l'attivazione del nuovo organismo consultivo e propositivo. Sarà possibile aderirvi entro il prossimo 30 giugno.

Attivata ieri a Roma la prima Consulta delle associazioni infermieristiche. Con questo atto, la Federazione nazionale Ipasvi intende favorire il confronto e la crescita culturale sulle tematiche di interesse per la professione, sviluppando la collaborazione ed il coordinamento fra le varie realtà culturali che se ne occupano senza scopo di lucro.

La Consulta è, quindi, un luogo di confronto e di comunicazione tra la Ipasvi e associazioni. Un organismo consultivo (seppur non vincolante) a cui potranno partecipare le sigle che aderiranno entro il prossimo 30 giugno e che ne diventeranno membri di diritto.
La Consulta, in pratica, sarà sentita preventivamente in merito a tematiche professionali definite dal Comitato centrale della Federazione. Potrà anche svolgere funzioni di proposta. È formata dall'Assemblea plenaria, da un Coordinatore, dalla Segreteria. Tutte le cariche della sono da intendersi a titolo gratuito.
L'Assemblea, composta da un rappresentante per ogni membro di diritto, si riunisce almeno una volta l’anno. Il Coordinatore è per diritto il presidente della Federazione nazionale Collegi Ipasvi.
In seno alla Consulta si possono costituire gruppi di lavoro temporanei o permanenti, con l'obiettivo di approfondire l'analisi e/o le proposte relative ai temi oggetto della discussione.
La segreteria viene assicurata da un membro di diritto individuato dal coordinatore.

Al fine dell'iscrizione alla Consulta i membri di diritto devono possedere i seguenti requisiti, risultanti dallo statuto o dall'atto costitutivo:
- esercitare un’attività di interesse per la professione infermieristica;
- svolgere la propria attività documentata e rendicontata da almeno un anno;
- non perseguire alcuno scopo di lucro;
- essere dotati di organismi rappresentativi eletti conformemente alle normative vigenti in materia.

Per maggiori informazioni sulle modalità di adesione, è possibile contattare gli uffici della Federazione.

Fonte: FNC

INFERMIERI: gli italiani li apprezzano, ma crisi e carenze mettono a rischio ospedale e territorio

11/05/2017 – Presentati i risultati di un’indagine Censis sulle prestazioni richieste agli infermieri sul territorio e dell’analisi della Rilevazione delle forze di lavoro Istat, grazie alla partnership IASVI -CENSIS, per comprendere dove lavorano gli infermieri, chi fa cosa e quali problemi ci sono nei vari settori.

ARTICOLO IN ALLEGATO

Download