Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Pubblicato il 11/12/2018

RIFLESSIONE SULL'IDENTITA' DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

In un momento di crisi mondiale dove tutti i ruoli sono stati e tutt’ora sono messi a dura prova, dove noi stessi persone di tutti i giorni facciamo fatica a credere in quello che la società di oggi ci potrà offrire il giorno dopo, ci viene a mancare quello che è anche la nostra identità professionale.

Siamo in un cambio epocale dove anche la nostra figura è posta al bivio: seguire il divenire, il cambiamento, l’evoluzione oppure continuare in un silenzio agghiacciante, immobili a ciò che sta evolvendo.

Il Consiglio Direttivo delle Professioni Infermieristiche di Piacenza ha deciso di organizzare un percorso formativo dove si propone di far emergere ed interpretare l’insieme di caratteristiche che l’individuo pensa di avere (attitudini, capacità, fragilità) per orientare i corsisti a raggiungere la consapevolezza di appartenere ad un gruppo professionale con un elevato peso valoriale, di responsabilità ed autonomia che si riflette nella comunità professionale e sugli aspetti agiti della cura.

CON IL CONTRIBUTO  E IL PATROCINIO DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE DEGLI ORDINI DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

Scarica il programma

Locandina definitiva programma riflessione sulla identità.pdf   
Pubblicato il 04/12/2018

COMUNICATO STAMPA

Il Coordinamento degli Ordini delle professioni infermieristiche dell’Emilia Romagna respinge con forza l’atteggiamento assunto nei confronti dell’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi, dall’Ordine dei medici di Bologna, che ha come unica motivazione l’aver svolto il suo compito di programmazione e gestione della Sanità approvando con il resto della Giunta una delibera con cui si prevede la presenza dei soli infermieri a bordo dei mezzi avanzati di primo soccorso. Cosa tra l’altro già prevista a livello nazionale dallo stesso ministero della Salute.

COMUNICATO-STAMPA.pdf   
Pubblicato il 02/12/2018

Mangiacavalli sul 'caso Venturi': “Fuori la politica dalla professione”

"Venturi ha agito come Assessore regionale e pertanto non può certamente dubitarsi del fatto che  abbia svolto funzioni volte alla cura di un interesse generale, che nulla hanno a che vedere con l’esercizio della professione medica".

“La radiazione dell’assessore Sergio Venturi dall’Ordine dei medici per aver svolto il suo compito di programmazione e gestione della Sanità in una Regione, l’Emilia Romagna, dove i risultati sanitari più che positivi sono sotto gli occhi di tutti, non è un atto di natura professionale ordinistica, ma l’ennesima ingerenza della politica in una materia dove la politica non dovrebbe entrare”. 

Nota: FNOPI

http://www.fnopi.it/attualita/mangiacavalli-sul-caso-venturi-fuori-la-politica-dalla-professione--id2531.htm

Pubblicato il 02/12/2018

L’Azienda USL di Piacenza e l’Appropriatezza in Wound Care: l’Osservatorio Aziendale Lesioni Cutanee

Si è tenuto a Milano nei giorni di 22/23/24 novembre 2018, il XI° Congresso Nazionale di A.I.S.Le.C, società scientifica multidisciplinare ma a prevalente impronta infermieristica, che si occupa da 25 anni di lesioni cutanee. Congresso nel quale è stato presentato, in forma di poster scientifico, il progetto della Direzione delle Professioni Sanitarie dell’Azienda USL di Piacenza: “l’Osservatorio Aziendale Lesioni Cutanee”.

Pubblicato il 27/11/2018

ECM – Nuove regole per recupero crediti e autoformazione

La Commissione Nazionale per la Formazione Continua, nel corso della riunione del 27 settembre u.s., ha adottato una delibera finalizzata ad incentivare i professionisti sanitari nell’assolvimento del proprio percorso di aggiornamento continuo.

Secondo tale delibera viene data la possibilità a tutti i professionisti sanitari che nel triennio 2014/2016 non abbiano soddisfatto l’obbligo formativo individuale triennale, di completare il conseguimento dei crediti con formazione ECM svolta nel triennio 2017/2019 (entro il termine del 31 dicembre 2019).

Tali crediti dovranno essere spostati autonomamente dal professionista sanitario tramite procedura informatica sul portale Co.Ge.A.P.S. e non saranno considerati ai fini del soddisfacimento dell’obbligo del triennio 2017/2019. Tale spostamento sarà irreversibile.

Per quanto riguarda il triennio formativo 2017/2019 la percentuale di crediti formativi acquisibili mediante autoformazione è aumentata dal 10 al 20 per cento.

Inoltre, ai fini di un ulteriore chiarimento rispetto a quanto riportato nell’Accordo Stato-Regioni del 2 febbraio 2017 relativamente alla decorrenza dell’obbligo di formazione continua, si specifica che tale obbligo decorre dal 1° gennaio successivo alla data di prima iscrizione all’Ordine.

Ogni anno il Co.Ge.A.P.S. fornirà agli Ordini un resoconto contenente l’obbligo formativo, i crediti formativi acquisiti nel triennio, quelli acquisiti nell’ultimo anno, nonché i crediti spostati di competenza dal triennio 2017-19 a quello 2014-16, dei singoli professionisti iscritti.

Si sottolinea che, alla conclusione dei due trienni (quindi il 31 dicembre 2019), verrà molto probabilmente definito il quadro sanzionatorio per il professionista che non è in regola con l’assolvimento del debito formativo. Raccomandiamo quindi di consultare la propria posizione sul sito del Co.Ge.A.P.S. e di regolarsi di conseguenza, per tempo.

Delibera CNFC 27/09/2018

Per tutte le altre news clicca qui