Già da anni per gli infermieri esisteva la possibilità di lavorare in regime libero professionale, tuttavia si trattava di un numero esiguo di infermieri in quanto il lavoro dipendente rendeva più attraente una attività che altrimenti non offriva sicurezze economiche e non era tutelata da normative.
 
Le importanti trasformazioni che la professione ha subito negli ultimi anni (abolizione del mansionario, istituzione del profilo professionale, nuovo codice deontologico ecc.) e la mutata richiesta di mercato (diminuita ospedalizzazione, richiesta di professionisti nel terziario, ecc.) hanno portato ad una strutturazione della libera professione, grazie anche ad una intensa ed efficace attività svolta dai Collegi provinciali e dalla Federazione Nazionale.
 
Dal 1996 per gli infermieri liberi professionisti è stata istituita la cassa di previdenza autonoma,oggi E.N.P.A.P.I.
 
Il Collegio Provinciale da alcuni anni ha aperto uno sportello per tutti i colleghi iscritti che desiderano informazioni circa l'esercizio della libera professione. Pertanto si avvisa gli iscritti che volessero informazioni al riguardo di telefonare alla segreteria 0523/712674 e fissare un appuntamento con la Presidente.

La situazione locale attuale conta di n. 144 liberi professionisti di cui 120 femmine e 24 maschi su n. 2.087 iscritti al Collegio I.P.A.S.V.I. di Piacenza .
Per informazioni dettagliate circa la cassa di previdenza (E.N.P.A.P.I.) cliccare su
 

Downloads

Liberi professionisti, proroga per trasmettere i dati della dichiarazione Download
Agenzia delle Entrate: gli infermieri tra le spese per la dichiarazione precompilata Download
Riferimenti tariffari: in vigore il decreto anti-contenziosi Download
Vademecum della libera professione Download
Arriva il ‘Bollino Ipasvi’ per l’accreditamento dei quasi 70 mila infermieri libero professionali Download