Pubblicato il 21/05/2017

Muove i primi passi la Consulta delle associazioni infermieristiche

La Consulta è, quindi, un luogo di confronto e di comunicazione tra la Ipasvi e associazioni. Un organismo consultivo (seppur non vincolante) a cui potranno partecipare le sigle che aderiranno entro il prossimo 30 giugno e che ne diventeranno membri di diritto.
La Consulta, in pratica, sarà sentita preventivamente in merito a tematiche professionali definite dal Comitato centrale della Federazione. Potrà anche svolgere funzioni di proposta. È formata dall'Assemblea plenaria, da un Coordinatore, dalla Segreteria. Tutte le cariche della sono da intendersi a titolo gratuito.
L'Assemblea, composta da un rappresentante per ogni membro di diritto, si riunisce almeno una volta l’anno. Il Coordinatore è per diritto il presidente della Federazione nazionale Collegi Ipasvi.
In seno alla Consulta si possono costituire gruppi di lavoro temporanei o permanenti, con l'obiettivo di approfondire l'analisi e/o le proposte relative ai temi oggetto della discussione.
La segreteria viene assicurata da un membro di diritto individuato dal coordinatore.

Al fine dell'iscrizione alla Consulta i membri di diritto devono possedere i seguenti requisiti, risultanti dallo statuto o dall'atto costitutivo:
- esercitare un’attività di interesse per la professione infermieristica;
- svolgere la propria attività documentata e rendicontata da almeno un anno;
- non perseguire alcuno scopo di lucro;
- essere dotati di organismi rappresentativi eletti conformemente alle normative vigenti in materia.

Per maggiori informazioni sulle modalità di adesione, è possibile contattare gli uffici della Federazione.

Fonte: FNC